Image 1 of 1

28874.jpg

Add to Lightbox
Particolare di uno dei gruppi statuari della Camera Interna: il gruppo rappresenta Khaemhat e Imhotep (scriba reale, forse imparentato con Khaemhat) ed è scolpito direttamente nel calcare in cui è scavata tutta la tomba. Il volto è danneggiato all'altezza del mento, del naso e della guancia e appare coperto da una patina nera (la sepoltura fu profanata in antico e la patina è dovuta ai fumi dei fuochi di cottura relativi al periodo in cui la tomba fu adibita ad abitazione). Sul capo è presente una parrucca "doppia", la cui lavorazione (a ciocche lisce in alto e riccioli nella parte inferiore) è caratteristica del regno di Amenhotep III. Al collo è visibile il collare wesekh e due amuleti a forma di cuore pendono da una seconda collana. Le braccia sono incrociate all'altezza del petto. - Detail of one of one of the statuary groups of the Inner Chamber: the group depicts Khaemhat and Imhotep (royal scribe, possibly one of Khaemhat's relatives) and is sculpted directly in the limestone in which the whole tomb is dig. His face has damages on the chin, nose and cheek and is covered by a black patina (the burial was violated in antiquity and the patina has been caused by the smokes of the hearths related to the use of the tomb as a habitation). Over the man's head there is a "duplex" wig, whose carving (with staight locks at the top and curls in the lower part) is typical of Amenhotep III's reign. Around his neck there is a wesekh-collar and two heart-shaped amulets hang from a second necklace. His arms are folded over his chest. - Info: http://www.araldodeluca.com/root/archivio/scheda.asp?img=28874
Copyright
All rights reserved
Image Size
622x800 / 222.2KB
Contained in galleries
1, EGITTO
Particolare di uno dei gruppi statuari della Camera Interna: il gruppo rappresenta Khaemhat e Imhotep (scriba reale, forse imparentato con Khaemhat) ed è scolpito direttamente nel calcare in cui è scavata tutta la tomba. Il volto è danneggiato all'altezza del mento, del naso e della guancia e appare coperto da una patina nera (la sepoltura fu profanata in antico e la patina è dovuta ai fumi dei fuochi di cottura relativi al periodo in cui la tomba fu adibita ad abitazione). Sul capo è presente una parrucca "doppia", la cui lavorazione (a ciocche lisce in alto e riccioli nella parte inferiore) è caratteristica del regno di Amenhotep III. Al collo è visibile il collare wesekh e due amuleti a forma di cuore pendono da una seconda collana. Le braccia sono incrociate all'altezza del petto. - Detail of one of one of the statuary groups of the Inner Chamber: the group depicts Khaemhat and Imhotep (royal scribe, possibly one of Khaemhat's relatives) and is sculpted directly in the limestone in which the whole tomb is dig. His face has damages on the chin, nose and cheek and is covered by a black patina (the burial was violated in antiquity and the patina has been caused by the smokes of the hearths related to the use of the tomb as a habitation). Over the man's head there is a "duplex" wig, whose carving (with staight locks at the top and curls in the lower part) is typical of Amenhotep III's reign. Around his neck there is a wesekh-collar and two heart-shaped amulets hang from a second necklace. His arms are folded over his chest. -  Info: http://www.araldodeluca.com/root/archivio/scheda.asp?img=28874