Image 1 of 1

30874.jpg

Add to Lightbox
Sulla sinsitra Nefertari è rappresentata sotto un canopo costruito con canne. La regina è vestita con una lunga tunica semitrasparente, annodata nel mezzo da un nastro rosso.Sulla testa ha il copricapo Nekhbet, esclusiva delle donne reali e delle dee, composta dall’avvoltoio Nekhbet che stringe lo shenu simbolo di eternità, è una corona d’oro per le grandi mogli dei faraoni. La regina indossa inoltre orecchini d'oro a forma di fiore di loto, una collana di perle e braccialetti. Indossa un paio di sandali. Con la sua mano destra impugna lo scettro sekhem e gioca con il senet che permetterà al suo spirito di prendere la forma dell'uccello ba con testa umana e uscire fuori dalla tomba durante il giorno.Il ba è rappresentato sopra un edificio ed è seguito dalla regina in ginocchio nell'atto di adorare il Atum in forma di segno akhet, ovvero l'orizzonte con sole nascente supportato qui da due leoni.Il resto delle pareti sono decorate con passi tratti dal Libro dei Morti, capitolo 17. - On the left Nefertari is represented under a canopy, constructed of reed matting. She wears a long and full semi-transparent white dress, tied at the middle by the red sash. She has the gold Nekhbet headdress, only to be worn by Royal Women and Goddesses and composed by the vulture goddess Nekhbet holding the shenu, symbol of eternity. It is a golden crown for the Great Royal Wives. The queen has golden earing in shape of a lotus flower, a broad beaded necklace and bracelets. She wears a pair of sandals. In her right hand she holds a sekhem-sceptre. She is playing the game of senet which frees her spirit in the form of the human-headed ba-bird, to travel outside the tomb during the day. The ba is represented over a building and is followed by a the queen kneeling and worshipping the god Atum, shown as the sign of the akhet-horizon supported by two lions. The walls are decorated with spells from the Chapter 17 of the Book of the Dead - Info: http://www.araldodeluca.com/root/archivi
Copyright
All rights reserved
Image Size
425x337 / 139.7KB
Contained in galleries
1, EGITTO
Sulla sinsitra Nefertari è rappresentata sotto un canopo costruito con canne. La regina è vestita con una lunga tunica semitrasparente, annodata nel mezzo da un nastro rosso.Sulla testa ha il copricapo Nekhbet, esclusiva delle donne reali e delle dee, composta dall’avvoltoio Nekhbet che stringe lo shenu simbolo di eternità, è una corona d’oro per le grandi mogli dei faraoni. La regina indossa inoltre orecchini d'oro a forma di fiore di loto, una collana di perle e braccialetti. Indossa un paio di sandali. Con la sua mano destra impugna lo scettro sekhem e gioca con il senet che permetterà al suo spirito di prendere la forma dell'uccello ba con testa umana e uscire fuori dalla tomba durante il giorno.Il ba è rappresentato sopra un edificio ed è seguito dalla regina in ginocchio nell'atto di adorare il Atum in forma di segno akhet, ovvero l'orizzonte con sole nascente supportato qui da due leoni.Il resto delle pareti sono decorate con passi tratti dal Libro dei Morti, capitolo 17. - On the left Nefertari is represented under a canopy, constructed of reed matting. She wears a long and full semi-transparent white dress, tied at the middle by the red sash. She has the gold Nekhbet headdress, only to be worn by Royal Women and Goddesses and composed by the vulture goddess Nekhbet holding the shenu, symbol of eternity. It is a golden crown for the Great Royal Wives. The queen has golden earing in shape of a lotus flower, a broad beaded necklace and bracelets. She wears a pair of sandals. In her right hand she holds a sekhem-sceptre. She is playing the game of senet which frees her spirit in the form of the human-headed ba-bird, to travel outside the tomb during the day. The ba is represented over a building and is followed by a the queen kneeling and worshipping the god Atum, shown as the sign of the akhet-horizon supported by two lions. The walls are decorated with spells from the Chapter 17 of the Book of the Dead - Info: http://www.araldodeluca.com/root/archivi