Image 1 of 1

26690.jpg

Add to Lightbox
Alla collana, composta di perline in coralina, oro e lapislazzuli è appeso un pettorale a forma di cappella con gola egizia, all'interno della quale è riprodotta la classica scena del faraone che abbatte i nemici in alto c'è la dea avvoltoio Nekhbet, riprodotta ad ali spiegate che protegge la scena la dea stringe negli artigli il geroglifico ankh (simboleggiante la vita) e il pilastro djed (stabilità) e li porge verso il sovrano sottostante ai due lati della testa dell'avvoltoio è ripetuto due volte uno degli epiteti divini più caratteristici 'Signora del cielo', alle estremità delle ali è invece scritto 'Governatrice delle Due terre' Amenemhat è rappresentato due volte mentre leva una mazza contro un nemico che trattiene per i capelli il sovrano cinge il copriparrucca ibes e porta la collana usekh, indossa un corpetto sostenuto da una bretella trasversale e un gonnellino corto con una fascia variopinta il nemico inginocchiato al suo cospetto, identificato da segni geroglifici come rappresentante dei Mentiu Setjet (beduini asiatici), gli porge le armi in segno di resa. - Info: http://www.araldodeluca.com/root/archivio/scheda.asp?img=26690
Copyright
Copyright © Araldo De Luca, All Rights Reserved Worldwide
Image Size
800x625 / 340.6KB
Contained in galleries
1, EGITTO
Alla collana, composta di perline in coralina, oro e lapislazzuli è appeso un pettorale a forma di cappella con gola egizia, all'interno della quale è riprodotta la classica scena del faraone che abbatte i nemici in alto c'è la dea avvoltoio Nekhbet, riprodotta ad ali spiegate che protegge la scena la dea stringe negli artigli il geroglifico ankh (simboleggiante la vita) e il pilastro djed (stabilità) e li porge verso il sovrano sottostante ai due lati della testa dell'avvoltoio è ripetuto due volte uno degli epiteti divini più caratteristici 'Signora del cielo', alle estremità delle ali è invece scritto 'Governatrice delle Due terre' Amenemhat è rappresentato due volte mentre leva una mazza contro un nemico che trattiene per i capelli il sovrano cinge il copriparrucca ibes e porta la collana usekh, indossa un corpetto sostenuto da una bretella trasversale e un gonnellino corto con una fascia variopinta il nemico inginocchiato al suo cospetto, identificato da segni geroglifici come rappresentante dei Mentiu Setjet (beduini asiatici), gli porge le armi in segno di resa. -  Info: http://www.araldodeluca.com/root/archivio/scheda.asp?img=26690